FORUM MEDICINA VETERINARIA UNIBA
Ciao, bentrovato/a sul forum degli studenti di medicina veterinaria di Bari!!!


Se non sei ancora registrato fallo adesso: SCEGLI NOME E PASSWORD, TI ARRIVERA' UN' e-mail all'indirizzo che hai scelto, conferma la registrazione tramite il link e subito potrai iniziare a navigare ed usufruire pienamente del forum.

BUON PROSEGUIMENTO E SOPRATTUTTO BUONO STUDIO!

CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Mi il Gio Mar 03, 2011 1:02 pm

In due anni che frequento questa facoltà, devo ammettere che è tuttora molto difficile per me, iscritta al CdL in SCIENZE DELL'ALLEVAMENTO, IGIENE E BENESSERE DEL CANE E DEL GATTO, essere presa sul serio sullo studio e sull'impegno di questo corso di studi.
Si è tanto parlato di questo CdL ed io non vorrei rientrare in polemiche davvero inutili, ma devo dire che sono molto delusa e quasi offesa come studentessa sulla serietà con la quale veniamo trattati, da studenti e professori.
Ho avuto l'occasione di avere discussioni con studenti di medicina veterinaria, dei quali una parte elogiava questo corso, mentre un'altra parte ci sputava sopra e questo non è proprio giusto.
Quando compilai l'iscrizione per l'università avevo l'entusiasmo a mille, entusiasta di cominciare un corso di laurea che non fosse la medicina veterinaria, ma un corso minore pur sempre riguardante gli animali che più amo. Gli studi sono cominciati e le voci sono circolate: siamo studenti che, siccome non abbiamo passato il test di veterinaria, siamo iscritti ad una laurea che non ci porterà a nulla.
La demotivazione così è cresciuta, così come è cresciuto il sacrificio da parte mia di sopportare aspre critiche come nullafacente e futura figura professionale inutile al mondo del lavoro.
Il nostro corso di laurea offre importanti sbocchi lavorativi, che non saranno l'essere veterinari in grado di prescrivere farmaci, ricette e sostenere interventi chirurgici ma persone che saranno in grado di portare un valido aiuto a strutture cinofile così come allevamenti e gattili, saremo in grado di diventare addestratori o ausiliari in ambulatori veterinari. Saremo persone che, fuori dalla facoltà, una volta laureate, avranno COMPLETE conoscenze sull'anatomia del cane e del gatto, sulla loro fisiologia e patologia, perché svolgiamo attività di laboratorio, studiamo la nutrizione, studiamo la farmacologia, la radiologia, la neonatologia, saremo in grado di fare diagnosi (sì, ma non terapie) e saremo in grado di svolgere mansioni nei laboratori di analisi. E il lavoro, se uno lo vuole e lo cerca, c'è.
Passatemi il termine, noi di "cane e gatto" ci facciamo un mazzo tanto per sostenere e preparare esami, molte persone del mio corso si fanno in 4 tra lavori, famiglie disagiate e soldi per i libri che mancano, veniamo bocciati anche noi e veniamo promossi anche noi a pieni voti; quando poi, mi giro in facoltà e mi sento giudicata come inferiore agli altri studenti.
Chiediamo un'informazione ed otteniamo risposte acide e fredde, parliamo con studenti che ci guardano con aria di superiorità, perché?
Non chiedo di essere trattata come una regina, io vorrei semplicemente avere come tutti, una dignità di studente che deve essere rispettata. E mi riesce davvero difficile avere fiducia in persone come quelle che girano nella nostra facoltà, persone incapaci di riconoscere un corso di laurea come un corso di laurea serio, fatto di studio e non di gioco, persone che disprezzano, criticano, sottovalutano e sminuiscono questo corso di laurea.

Tuttavia, devo ammettere che molti professori che ho finora incontrato durante il mio percorso, ci hanno sollecitato vivamente, invitandoci a non demordere e non lasciarci scoraggiare da chi pensa che siamo buffoni che sprecano soldi.
Detto questo, ripeto, non voglio entrare in polemiche inutili né voglio assolutamente provocare, il mio è stato uno sfogo da studente a studenti.


Ultima modifica di Mi il Gio Mar 03, 2011 2:42 pm, modificato 1 volta
avatar
Mi
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 282
Gratitudine : 368
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 27
Località : Mother Earth.
Umore : doom.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Latika il Gio Mar 03, 2011 1:39 pm

Lo sai come la penso Mi, perchè credo tu l'abbia letto in altri post: troppo persone stanno sul piedistallo..e quando si accorgeranno che la superiorità e l'arroganza non sono mai premiate (anche se diventerai un medico e potrai prescrivere farmaci a tutta forza)forse, e dico FORSE, dal piedistallo scenderanno e divteranno umili.
Non preoccuparti Mi, tu abbi fiducia in te stessa e nelle tue potenzialità. Lo spazzino non ha minore dignità di un ingegnere e tu non hai minore dignità rispetto a un medico veterinario, ciascuno svolge le proprie mansioni, l'importante è che sia fatto con serietà e lealtà nei confronti di se stessi e degli altri....non come chi fa MEDICINA VETERINARIA oooooohhhh wowwwwwwwwwwwwwwwwwwwww ma poi ridacchia davanti a una signora disperata per il suo cane.
ciau Mi!

Metettemi un meno vi prego, non smentitevi! Very Happy
avatar
Latika
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 577
Gratitudine : 183
Data d'iscrizione : 10.04.09
Età : 29
Località : Bari
Umore : molto altalenante

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da getta il Gio Mar 03, 2011 2:04 pm

..e io ti metto un più come ho fatto nell'altra discussione..

Mi è sempre stato così e sarà sempre così. Io ho frequentato per due anni Allevamento e Benessere Animale presso la facoltà Statale di Milano, stesse scene anche lì..

Uno può anche andare a fare il lavoro più umile del mondo ma se ci crede ed è motivato non esistono ostacoli. La gente parla perchè ne ha la possibilità anatomica.. non per altro..

Il fatto della signora con il cane ne è stata la palese prova, gente con cellulari da 4-500€ che non vuole dare 5€ per una buona e giusta causa..

Fa rabbia anche a me sinceramente, e comunque il fatto di farsi in quattro con lavori extra per poter mantenere università e sè stessi non è prerogativa delle triennali Smile
avatar
getta
Apprendista
Apprendista

Maschile Numero di messaggi : 67
Gratitudine : 47
Data d'iscrizione : 24.08.10
Età : 33
Località : Lecco
Umore : altalenante

Vedi il profilo dell'utente http://www.gruppocinofilolecchese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Mi il Gio Mar 03, 2011 2:36 pm

getta ha scritto:e comunque il fatto di farsi in quattro con lavori extra per poter mantenere università e sè stessi non è prerogativa delle triennali Smile
Avrei immaginato che qualcuno avesse interpretato così il mio discorso, non l'ho specificato nel post nella speranza che qualcuno sottintendesse. Il mio era un esempio per far capire come, come anche a medicina veterinaria uno si spezza per mandarsi avanti con gli studi, così succede anche alle triennali, per far capire come chi si è iscritto, ci crede davvero (come ci credo anch'io).


Ultima modifica di Mi il Ven Mar 04, 2011 2:18 pm, modificato 1 volta
avatar
Mi
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 282
Gratitudine : 368
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 27
Località : Mother Earth.
Umore : doom.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da ioachim michele il Gio Mar 03, 2011 5:23 pm

mi scusami della domanda un po' scema, ma come ti è venuta voglia di parlare di questa cosa??? (è successo qualcosa?)
io volevo solo dirti una cosa, non pensare che il disprezzo e solo per le triennali, in questa facoltà fra poco odieremmo pure la nostra ombra, ci sono persone che parlano male della LM42, persone che parlano male 47S, e viceversa, e cose tipo che io sono miglior medico di lui che fa di meno e io di più!!!! ahhh e poi mi scordavo la cosa più seria, ragazzi che vogliono fare medicina umana e si sono ritrovati da noi che disprezzano al massimo la facoltà e non vedono l'ora di andare via!!!
sai cosa dico io a tutte queste cose.... mi faccio due risate, perchè tutti siamo uguali, chi pensa di essere un po' più su di un altro e solo un illusione, siamo fatti tutte della stessa materia nessuno qui è la gallina dalle uova d'oro!!!

_________________
Mondo dei Rettili
Create your own banner at mybannermaker.com!
avatar
ioachim michele
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 891
Gratitudine : 389
Data d'iscrizione : 07.04.09
Umore : studiare studiare studiare!!!!

Vedi il profilo dell'utente http://mondodeirettili.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Latika il Gio Mar 03, 2011 7:02 pm

Se permetti mi discosto da questa tua generalizzazione..
avatar
Latika
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 577
Gratitudine : 183
Data d'iscrizione : 10.04.09
Età : 29
Località : Bari
Umore : molto altalenante

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da AndreaPerrottaAdmin il Gio Mar 03, 2011 8:50 pm

ioachim michele ha scritto:
io volevo solo dirti una cosa, non pensare che il disprezzo e solo per le triennali, in questa facoltà fra poco odieremmo pure la nostra ombra, ci sono persone che parlano male della LM42, persone che parlano male 47S, e viceversa, e cose tipo che io sono miglior medico di lui che fa di meno e io di più!!!! ahhh e poi mi scordavo la cosa più seria, ragazzi che vogliono fare medicina umana e si sono ritrovati da noi che disprezzano al massimo la facoltà e non vedono l'ora di andare via!!!
sai cosa dico io a tutte queste cose.... mi faccio due risate, perchè tutti siamo uguali, chi pensa di essere un po' più su di un altro e solo un illusione, siamo fatti tutte della stessa materia nessuno qui è la gallina dalle uova d'oro!!!

quoto!

Mi il consiglio che mi sento di darti è di non prendere così seriamente i giudizi degli altri, quasi sempre è la tua percezione che ti fa stare male, gli altri possono dire e pensare quello che vogliono, ma sappi anche se ti risulta difficile capirlo in questo momento dato che ti sento agitata, chi giudica e chi si sente superiore compulsivamente o si sente molto disagiato ora o se ne sentirà in futuro....

ATTENZIONE però non incorrere nell'errore di sentirti tu stessa superiore dato il tuo giudizio verso gli altri, altrimenti non c'è molta differenza "tra te e loro".

Ciao Wink

_________________
Veterinaria sul Forum
https://www.forumveterinariauniba.com
avatar
AndreaPerrottaAdmin
Admin
Admin

Maschile Numero di messaggi : 1597
Gratitudine : 437
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 29
Località : Valenzano
Umore : acqueo o vitreo?!

Vedi il profilo dell'utente http://forumveterinariauniba.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da milly il Ven Mar 04, 2011 1:12 pm

Mi, io frequento il terzo anno di cane e gatto e nonostante abbia sentito un sacco di gente di altre facoltà dirmi tante volte che la mia figura professionale non valeva niente e che potevo solo imparare a lavare i cani e i gatti e che sarei diventata esperta dello" shampoo" x animali, continuo il mio percorso con la stessa serietà e lo stesso amore con cui ho iniziato.
Non farti demoralizzare dagli altri continua x la tua strada se questo è quello che ami fare. Very Happy
avatar
milly
Novizio
Novizio

Femminile Numero di messaggi : 24
Gratitudine : 27
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 29
Località : Molfetta

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Mi il Ven Mar 04, 2011 2:14 pm

ioachim michele ha scritto:ma come ti è venuta voglia di parlare di questa cosa??? (è successo qualcosa?)
Non è successo niente, rileggendo una cosa ho voluto aprire questa discussione come riflessione e sfogo di come per me e non so se e per chiunque altro, risulti difficile studiare e avere fiducia in ciò che si studia, con tutto ciò che si sente in giro. Questo per dire - ripeto - che non è che voglio compassione o consolazioni, è solo per farvi capire di come tra "colleghi" mi aspettavo stima ma soprattutto rispetto (o forse chiedo troppo?), perché tanto immagino come fuori di qui la concorrenza, la superiorità, l'invidia o altro saranno spietate.

Admin A.P. ha scritto:Mi il consiglio che mi sento di darti è di non prendere così seriamente i giudizi degli altri, quasi sempre è la tua percezione che ti fa stare male, gli altri possono dire e pensare quello che vogliono, ma sappi anche se ti risulta difficile capirlo in questo momento dato che ti sento agitata, chi giudica e chi si sente superiore compulsivamente o si sente molto disagiato ora o se ne sentirà in futuro....

ATTENZIONE però non incorrere nell'errore di sentirti tu stessa superiore dato il tuo giudizio verso gli altri, altrimenti non c'è molta differenza "tra te e loro".
Admin, ti ringrazio per il consiglio, in effetti sono io che da una parte mi lascio influenzare da queste considerazioni, anche perché se le avessi prese così tanto sul serio non starei qua a parlarne ma soprattutto non sarei ancora iscritta.
E poi hai ragione, non rincorrerò nel pessimo errore di rispondere o di abbassarmi ai loro livelli. Io non mi sento superiore (ma neanche inferiore) a nessuno e alla fine non devo dimostrare a loro ciò di cui sarò capace una volta laureata. (;

milly ha scritto:Mi, io frequento il terzo anno di cane e gatto e nonostante abbia sentito un sacco di gente di altre facoltà dirmi tante volte che la mia figura professionale non valeva niente e che potevo solo imparare a lavare i cani e i gatti e che sarei diventata esperta dello "shampoo" x animali, continuo il mio percorso con la stessa serietà e lo stesso amore con cui ho iniziato.
Non farti demoralizzare dagli altri continua x la tua strada se questo è quello che ami fare. Very Happy
Ecco vedi, tu più di tutti puoi capire come ci si sente ad essere visti come inferiori. Ma in effetti Milly, DOBBIAMO continuare, perché non possiamo permettere che ci facciano soccombere. Ti ringrazio per aver risposto. (:
avatar
Mi
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 282
Gratitudine : 368
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 27
Località : Mother Earth.
Umore : doom.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Manuela il Ven Mar 04, 2011 6:11 pm

Cara mia Mi, lascia perdere tutti quelli che ci guardano con aria di superiorità e quelli che pensano che non valiamo niente, perché sappiamo bene quanto studiamo e quanto ci diamo da fare in tutto per andare avanti!
Io me ne frego altamente e vado avanti per la mia strada, perché non hanno capito niente della vita quelli che poco intelligentemente pensano che solo il loro corso di laurea sia valido! Tutti i corsi di laurea sono importanti, di tutte le facoltà del mondo, lo dimostra il fatto che tutte formano delle figure professionali!
Un bacio grande, a lunedì. Wink
avatar
Manuela
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 186
Gratitudine : 105
Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 29
Località : Vittoria
Umore : Dipende....

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Cl@uDi@ il Ven Mar 04, 2011 9:22 pm

Mi ti capisco perfettamente...l'anno scorso mi iscrissi a scienze zootecniche,e non ti dico...a parte la gente che ti chiedeva "cosa studi?" che ridacchiava alla risposta... quelli del primo di veterinaria con cui seguivamo insieme alcune lezioni ti guardavano dall'alto in basso come se noi fossimo i loro "scarti"...e ora? sai quanti di quelli che facevano tanto i fighi stanno ancora a fare gli esami del primo? non per essere cattiva ma la gente dovrebbe prima guardare alle proprie cose e poi a quelle degli altri...
e comunque come dice giustamente Michele la rivalità c'è tra tutti, persino tra i diversi ordinamenti dello stesso corso di laurea Shocked
avatar
Cl@uDi@
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 260
Gratitudine : 245
Data d'iscrizione : 23.05.09
Età : 26
Località : houston
Umore : molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da pointofview il Ven Mar 04, 2011 10:01 pm

Quando ho incontrato un ragazzo di "cane e gatto" ed ho chiesto, ignorantemente, che figura professionale formasse il suo corso di laurea, la risposta è stata dal vago, alla risata, alla presa in giro del suo stesso corso, per cui spende qualsiasi tipo di risorsa.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Cl@uDi@ il Ven Mar 04, 2011 10:24 pm

point quello senza dubbio, i tipi che vogliono solo scaldare la sedia credo che ci siano in qualsiasi corso di laurea Very Happy
avatar
Cl@uDi@
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 260
Gratitudine : 245
Data d'iscrizione : 23.05.09
Età : 26
Località : houston
Umore : molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da DeborahMaria il Sab Mar 05, 2011 5:38 pm

Bene! Approfitto di questa discussione per dire la mia...ed altro!
Sono anch'io da due anni al CdL "Scienze dell'Allevamento, Igiene e Benessere del Cane e del Gatto" ed anch'io non posso fare a meno di guardare al futuro e sentirmi demoralizzata, a causa dell'ignoranza -perché, scusatemi, ma di questo si tratta- che aleggia sulla caratterizzazione del nostro CdL e che ne fa agli occhi dei più (comprendenti persone esterne al mondo veterinario, politici, docenti, studenti e medici veterinari) una fabbrica di laureti inutili e scomodi!
Tanto per cominciare, non so se può servire, ma vorrei rassicurare chi all'interno dell'intera categoria di veterinari e futuri veterinari non vorrebbe vedere nemmeno la nostra ombra in un qualsiasi ambulatorio/clinica veterinaria, che le nostre competenze non mirano assolutamente a portarvi via il lavoro, né potranno mai permettercelo e quindi non c'è ragione per meritare certi trattamenti non sempre educati da parte, ribadisco doverosamente, di alcuni elementi e non di tutta la categoria. Questa non vuole assolutamente essere un provocazione, né spunto di inutili polemiche: è un fatto e basta.
Per mettere un po' in luce le nostre mansioni e soddisfare la curiosità di qualcuno, come pointofview, vorrei permettermi di citare un paio di fonti, sicuramente più attendibili di quella che gli è capitato sfortunatamente d'incontrare.
Il sito della nostra università stabilisce che
I laureati svolgeranno attività professionali di supporto al medico veterinario nell’ambito degli ambulatori, ospedali veterinari, stabulari, canili e gattili, pubblici o privati, per il mantenimento, stabulazione e ospedalizzazione di cani e gatti.
Un articolo di Tecnivet spiega nello specifico le nostre mansioni negli USA, che sono in realtà le stesse qui in Italia, vista l'aderenza con il nostro piano di studi.
Il tecnico veterinario è parte integrante della squadra di lavoro. Viene formato alla assistenza, al contenimento ed alla manipolazione degli animali, conosce i principi base dei processi vitali fisiologici e patologici e sa eseguire svariate procedure cliniche e di laboratorio.
Tutti i tecnici veterinari lavorano sotto la supervisione di un medico veterinario abilitato e non possono formulare diagnosi, prescrivere terapie, eseguire interventi chirurgici o esercitare qualsiasi altra attività espressamente vietata dalle leggi che disciplinano la professione veterinaria.
Nell'ambito della pratica clinica le mansioni del tecnico veterinario sono le seguenti:
*Raccolta dell'anamnesi
*Esame obiettivo generale
*Raccolta di campioni ed esecuzione procedure di lavoratorio
*Assistenza infermieristica ai pazienti ospedalizzati
- monitoraggio dei parametri vitali
- somministrazione farmaci
- applicazione di medicazioni e bendaggi
- terapia intensiva
- cura dell'alimentazione
- terapia fisica
*Assistenza in procedure diagnostiche, mediche e chirurgiche
- preparazione e posizionamento del paziente
- sterilizzazione, gestione e manutenzione dello strumentario chirurgico e degli ambienti
- assistenza in corso di interventi chirurgici
- esposizione e sviluppo radiografie
- controlli di sicurezza contro le radiazioni
*Amministrazione della struttura veterinaria
- accoglienza e relazioni con la clientela
- prenotazioni ed organizzazione generale dell'attività clinica
- gestione del magazzino
- supervisione e addestramento del personale
E' ovvio che queste competenze sono spendibili nello gestione unicamente del cane e del gatto, ma sono assolutamente mansioni che ci competono e questo posso asserirlo in base alle discipline che studiamo, che ha citato già Mi: Principi di Microbiologia generale ed Igiene, Nutrizione ed Alimentazione, Elementi di Patologia generale e Tecniche istopatologiche, Tecnologie infermieristiche e strumentali, Principi di Ostetricia ed Andrologia, Elementi di Parassitologia e Diagnostica parassitologica, Principi di Profilassi delle Malattie infettive, Tecniche infermieristiche chirurgiche, Elementi di Farmaco-tossicologia, Riproduzione assistita e Fecondazione artificiale, ecc...
Invito tutti noi del CdL di "Scienze dell'Allevamento, Igiene e Benessere del Cane e del Gatto" a far prendere coscienza agli altri, ma soprattutto a se stessi, che nonostante non possediamo ancora un albo, siamo una realtà, anche se recente e quasi già stroncata dal volere di politici e (alcuni) veterinari "di pregio". Uno dei mezzi per farlo può essere iscriversi ad una associazione di ausiliari veterinari, come l'ATAV o TecniVet, per farci conoscere, migliorarci e magari poterci aggregare in un numero tale da poter costituire un albo.
Noi dovremmo gestire gattili e canili (che sono spesso in mano a gente che non ha alcuna conoscenza nel settore ed altrettanto spesso nemmeno scrupoli), dovremmo essere un valido aiuto nelle cliniche veterinarie e collaborare con i medici veterinari.
La cosa che deve essere chiara è che abbiamo non solo le competenze per farlo, ma anche un amore spropositato per il cane e per il gatto e ciò dovrebbe bastare per lavorare nel settore.
avatar
DeborahMaria
Siate carini con me sono i miei primi messaggi...

Femminile Numero di messaggi : 12
Gratitudine : 11
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 27
Località : Bari

Vedi il profilo dell'utente http://le-chant-de-la-pluie.spaces.live.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da pointofview il Sab Mar 05, 2011 8:42 pm

Il mio è stato un reportage di una chiacchierata, non il mio punto di vista, non doveva essere difficile da capire...
Oltretutto l'argomento è stato già sviscerato in un altro post.
Io non voglio farvi assolutamente alcun tipo di ostracismo, il mio intervento è stato postato per farvi notare come spesso i problemi vengano dall'interno.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Latika il Dom Mar 06, 2011 11:26 am

Ma perchè avete messo il meno a Point? Ha riportatto solo una sua eserienza per farvi capire che nemmeno gli studenti del CdL di "cane & gatto"la prendono sul serio..
avatar
Latika
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 577
Gratitudine : 183
Data d'iscrizione : 10.04.09
Età : 29
Località : Bari
Umore : molto altalenante

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da getta il Dom Mar 06, 2011 12:12 pm

pointofview ha scritto:Quando ho incontrato un ragazzo di "cane e gatto" ed ho chiesto, ignorantemente, che figura professionale formasse il suo corso di laurea, la risposta è stata dal vago, alla risata, alla presa in giro del suo stesso corso, per cui spende qualsiasi tipo di risorsa.
ragazzi.. quello che ha detto point è normale, c'è pieno il mondo di gente che fa una qualsiasi facoltà e non sa che ruolo andrà a ricoprire nella società o non sa perchè lo stia facendo..
avatar
getta
Apprendista
Apprendista

Maschile Numero di messaggi : 67
Gratitudine : 47
Data d'iscrizione : 24.08.10
Età : 33
Località : Lecco
Umore : altalenante

Vedi il profilo dell'utente http://www.gruppocinofilolecchese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da pointofview il Dom Mar 06, 2011 12:56 pm

Vi ringrazio ragazzi, certe volte penso che il perbenismo di facciata, sia l'unica soluzione che rende contenti tutti.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da ioachim michele il Dom Mar 06, 2011 1:26 pm

deborahmaria io sono d'accordo su quello che dici e ti metto mille + ma stiamo parlando di una figura professionale che in italia non esiste, non esiste in italia "l'infermiere" degli animali come figura professionale, se vedi in tutti gli ambulatori i veterinari neolaureati fanno questo lavoro!!!
e aproposito di questo volevo dire una cosina, ma esistono gli infermieri e varie altre professioni per aiutare i medici, esistono vari tecnici per dentisti e oculisti ecc, ma un caspita di professionista riconosciuto lo possono pure avere i veterinari si o no???
io ragazzi vi capisco è difficile seguire queste triennali scartate dal Sistema e che sul serio le fanno solo per smaltire le persone che vogliono inscriversi all'università, e chi sa perchè???? (per farci pagare le tasse) ma voi dovreste essere fieri di essere poichè tanti anni fa essere un universitario era un grande onore sia personale che famigliare!!!
ma ora nel nostro Sistema politico non siamo solo che dei nulla facenti, e come disse uno famoso BAMBOCCIONI!!!!

_________________
Mondo dei Rettili
Create your own banner at mybannermaker.com!
avatar
ioachim michele
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 891
Gratitudine : 389
Data d'iscrizione : 07.04.09
Umore : studiare studiare studiare!!!!

Vedi il profilo dell'utente http://mondodeirettili.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Cl@uDi@ il Dom Mar 06, 2011 3:43 pm

Michele qui al sud non viene riconosciuta la figura del tecnico o infermiere veterinario, al nord non so personalmente come sia la situazione, ma sicuramente staranno messi meglio di noi...qua a malapena sanno cosa sia un veterinario (e non scherzo, una volta uno mi chiese meravigliato se il veterinario operasse gli animali) figurati gli infermieri...purtroppo finchè non cambia il modo di pensare della gente queste figure professionali verranno viste sempre come inutili e superflue...e il cambiamento dovrebbe iniziare proprio da chi sta nell'ambiente lavorativo (in primis medici veterinari, professori e studenti, anche se finchè ci sarà gente che risponde come il tizio che diceva prima pointofview, stiamo freschi......)
avatar
Cl@uDi@
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 260
Gratitudine : 245
Data d'iscrizione : 23.05.09
Età : 26
Località : houston
Umore : molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da getta il Dom Mar 06, 2011 6:43 pm

bisogna discernere un pò le cose. chi frequenta una triennale come può essere SAPA, Cane e Gatto, ABA di Milano o Allevamento e Salute di Udine, deve avere un ambizione lavorativa, che essa sia come controllo nella filiera produttiva di alimenti, piuttosto che di gestione e pianificazione dell'autocontrollo/autocertificazione sempre in ambito di aziende zootecniche, come tecnico di laboratorio oppure l'essere una figura all'interno di un ambulatorio/clinica.
Il solo decidere [o almeno avere un'idea di massima..] porta a farsi delle domande.
Ovvio che non posso frequentare un corso di Biologia e poi sperare di andare a fare il ferrista in sala operatoria di un ospedale umano.
Stessa cosa si prospetta per gli aspiranti Infermieri Veterinari [l'ANMVI precisa 'Tecnici Veterinari'] quindi prima di fare una qualsiasi scelta sarebbe importante ponderarla bene, se poi Medicina Veterinaria è un ripiego da Medicina e Chirurgia e le triennali sono un ripiego da Medicina Veterinaria allora è tutta un'altra storia.

Io per primo frequentando la triennale a Milano, restavo in attesa del test per Vet.
Mentre centinaia di altri compagni si sono laureati e fanno dalle cose più disparate, dalla gestione e vigilanza sulla salute dei cavalli in maneggi, a lavori per l'insegnamento in Africa su tecniche di allevamento di bestiame, e qualcuno più fortunato di altri sta facendo stage con i ghepardi in un Parco Faunistico della Bergamasca. Questa ragazza ad esempio è rimasta particolarmente attratta dalla parte etologica dei nostri corsi e sta facendo osservazioni per stilare un etogramma correlato da diversi test comportamentali per l'arricchimento ambientale.

Ovvio, allo studente che ha incontrato point che, ridacchiando, ha detto che non sapeva cosa sarebbe andato a fare, queste opportunità credo mancheranno Smile

E giusto per confermare la tesi di Claudia, il fatto di essere al sud in alcuni ambiti penalizza.
avatar
getta
Apprendista
Apprendista

Maschile Numero di messaggi : 67
Gratitudine : 47
Data d'iscrizione : 24.08.10
Età : 33
Località : Lecco
Umore : altalenante

Vedi il profilo dell'utente http://www.gruppocinofilolecchese.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Manuela il Dom Mar 06, 2011 8:09 pm

DeborahMaria ha scritto:Bene! Approfitto di questa discussione per dire la mia...ed altro!
Sono anch'io da due anni al CdL "Scienze dell'Allevamento, Igiene e Benessere del Cane e del Gatto" ed anch'io non posso fare a meno di guardare al futuro e sentirmi demoralizzata, a causa dell'ignoranza -perché, scusatemi, ma di questo si tratta- che aleggia sulla caratterizzazione del nostro CdL e che ne fa agli occhi dei più (comprendenti persone esterne al mondo veterinario, politici, docenti, studenti e medici veterinari) una fabbrica di laureti inutili e scomodi!
Tanto per cominciare, non so se può servire, ma vorrei rassicurare chi all'interno dell'intera categoria di veterinari e futuri veterinari non vorrebbe vedere nemmeno la nostra ombra in un qualsiasi ambulatorio/clinica veterinaria, che le nostre competenze non mirano assolutamente a portarvi via il lavoro, né potranno mai permettercelo e quindi non c'è ragione per meritare certi trattamenti non sempre educati da parte, ribadisco doverosamente, di alcuni elementi e non di tutta la categoria. Questa non vuole assolutamente essere un provocazione, né spunto di inutili polemiche: è un fatto e basta.
Per mettere un po' in luce le nostre mansioni e soddisfare la curiosità di qualcuno, come pointofview, vorrei permettermi di citare un paio di fonti, sicuramente più attendibili di quella che gli è capitato sfortunatamente d'incontrare.
Il sito della nostra università stabilisce che
I laureati svolgeranno attività professionali di supporto al medico veterinario nell’ambito degli ambulatori, ospedali veterinari, stabulari, canili e gattili, pubblici o privati, per il mantenimento, stabulazione e ospedalizzazione di cani e gatti.
Un articolo di Tecnivet spiega nello specifico le nostre mansioni negli USA, che sono in realtà le stesse qui in Italia, vista l'aderenza con il nostro piano di studi.
Il tecnico veterinario è parte integrante della squadra di lavoro. Viene formato alla assistenza, al contenimento ed alla manipolazione degli animali, conosce i principi base dei processi vitali fisiologici e patologici e sa eseguire svariate procedure cliniche e di laboratorio.
Tutti i tecnici veterinari lavorano sotto la supervisione di un medico veterinario abilitato e non possono formulare diagnosi, prescrivere terapie, eseguire interventi chirurgici o esercitare qualsiasi altra attività espressamente vietata dalle leggi che disciplinano la professione veterinaria.
Nell'ambito della pratica clinica le mansioni del tecnico veterinario sono le seguenti:
*Raccolta dell'anamnesi
*Esame obiettivo generale
*Raccolta di campioni ed esecuzione procedure di lavoratorio
*Assistenza infermieristica ai pazienti ospedalizzati
- monitoraggio dei parametri vitali
- somministrazione farmaci
- applicazione di medicazioni e bendaggi
- terapia intensiva
- cura dell'alimentazione
- terapia fisica
*Assistenza in procedure diagnostiche, mediche e chirurgiche
- preparazione e posizionamento del paziente
- sterilizzazione, gestione e manutenzione dello strumentario chirurgico e degli ambienti
- assistenza in corso di interventi chirurgici
- esposizione e sviluppo radiografie
- controlli di sicurezza contro le radiazioni
*Amministrazione della struttura veterinaria
- accoglienza e relazioni con la clientela
- prenotazioni ed organizzazione generale dell'attività clinica
- gestione del magazzino
- supervisione e addestramento del personale
E' ovvio che queste competenze sono spendibili nello gestione unicamente del cane e del gatto, ma sono assolutamente mansioni che ci competono e questo posso asserirlo in base alle discipline che studiamo, che ha citato già Mi: Principi di Microbiologia generale ed Igiene, Nutrizione ed Alimentazione, Elementi di Patologia generale e Tecniche istopatologiche, Tecnologie infermieristiche e strumentali, Principi di Ostetricia ed Andrologia, Elementi di Parassitologia e Diagnostica parassitologica, Principi di Profilassi delle Malattie infettive, Tecniche infermieristiche chirurgiche, Elementi di Farmaco-tossicologia, Riproduzione assistita e Fecondazione artificiale, ecc...
Invito tutti noi del CdL di "Scienze dell'Allevamento, Igiene e Benessere del Cane e del Gatto" a far prendere coscienza agli altri, ma soprattutto a se stessi, che nonostante non possediamo ancora un albo, siamo una realtà, anche se recente e quasi già stroncata dal volere di politici e (alcuni) veterinari "di pregio". Uno dei mezzi per farlo può essere iscriversi ad una associazione di ausiliari veterinari, come l'ATAV o TecniVet, per farci conoscere, migliorarci e magari poterci aggregare in un numero tale da poter costituire un albo.
Noi dovremmo gestire gattili e canili (che sono spesso in mano a gente che non ha alcuna conoscenza nel settore ed altrettanto spesso nemmeno scrupoli), dovremmo essere un valido aiuto nelle cliniche veterinarie e collaborare con i medici veterinari.
La cosa che deve essere chiara è che abbiamo non solo le competenze per farlo, ma anche un amore spropositato per il cane e per il gatto e ciò dovrebbe bastare per lavorare nel settore.
Brava Deborah!!! Very Happy
avatar
Manuela
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 186
Gratitudine : 105
Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 29
Località : Vittoria
Umore : Dipende....

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da AndreaPerrottaAdmin il Dom Mar 06, 2011 8:20 pm

Secondo me servirebbero molto i laureati di questo indirizzo, poiché almeno dalle mie parti le mansioni di "infermieri" dei veterinari vengono svolte da persone che per esempio per molto tempo hanno lavorato in negozi di animali e/o a lavare i cani, non che facciano male il loro lavoro però lì potrebbero rientrare i laureati di cane e gatto per esempio.

_________________
Veterinaria sul Forum
https://www.forumveterinariauniba.com
avatar
AndreaPerrottaAdmin
Admin
Admin

Maschile Numero di messaggi : 1597
Gratitudine : 437
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 29
Località : Valenzano
Umore : acqueo o vitreo?!

Vedi il profilo dell'utente http://forumveterinariauniba.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Mi il Dom Mar 06, 2011 8:31 pm

E la discussione è a (ri)conferma dell'utilità del nostro CdL. Spero che così, persone che giudicano senza conoscere, possano rivalutarci a livello di studenti e soprattutto a livello professionale.
avatar
Mi
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 282
Gratitudine : 368
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 27
Località : Mother Earth.
Umore : doom.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da MaryPucca il Mar Mar 08, 2011 8:19 pm

Ciao a tutti! ho molto apprezzatto la descrizione minuziosa di deborahmaria e mi associo a quanto detto sul fatto che questa figura professionale è utile ma non sembra essere apprezzata nell'ambito lavorativo (se non nella realtà americana o comunque estera). Mi chiedo una cosa però: questo corso non risulta più attivo al primo anno giusto? E visto che, esclusi gli studenti che sono già iscritti, è possibile accedere al primo anno solo del corso Sapa, per quanto attiene le triennali, dobbiamo considerare persa questa figura?
Preciso che la mia è una curiosità, correggetemi pure!
avatar
MaryPucca
Apprendista
Apprendista

Femminile Numero di messaggi : 69
Gratitudine : 44
Data d'iscrizione : 28.09.09
Età : 27
Località : Bari
Umore : Sereno Variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: CANE & GATTO: seria riflessione su questo corso di laurea.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum