FORUM MEDICINA VETERINARIA UNIBA
Ciao, bentrovato/a sul forum degli studenti di medicina veterinaria di Bari!!!


Se non sei ancora registrato fallo adesso: SCEGLI NOME E PASSWORD, TI ARRIVERA' UN' e-mail all'indirizzo che hai scelto, conferma la registrazione tramite il link e subito potrai iniziare a navigare ed usufruire pienamente del forum.

BUON PROSEGUIMENTO E SOPRATTUTTO BUONO STUDIO!

il vero significato dell'internato

Andare in basso

il vero significato dell'internato

Messaggio Da la_strega il Mar Ott 13, 2009 1:01 pm




al di là dei tempi e dei modi burocratici, cos'è realmente l'internato per voi? dove vi siete internati (oltre che in manicomio) e perchè?



ovviamente comincio io:
mi sono internata circa cinque anni fa a clinica chirurgica. il perchè è abbastanza semplice: mi è sembrata una sezione adatta a me, che sono sempre stata una "aggiustaroba", poco secchiona (come deve essere chi sta a medica) ma sufficientemente intuitiva e pratica.
a quel tempo si usava far spaccare in quattro gli interni: non venivano solo quando c'era il caso clinico che gli interessava, magari largamente preavvisati dal docente di turno e soprattutto non se ne andavano quando volevano.
si imponevano turni per le terapie, si responsabilizzavano le persone, non si andava via finchè non era finita l'attività clinica e si cazziava molto spesso. indubbiamente l'atmosfera era tesa, ma selezionava quelli che veramente venivano per passione, da quelli che erano meno motivati o meno coriacei, se preferite. si perchè per stare a chirurgica, a prescindere dalle persone, bisogna essere coriacei: gli animali spesso arrivano in stato pietoso e fanno in tempo solo a morirti fra le mani. i proprietari piangono e si disperano e non sempre puoi biasimarli per questo. a volte i proprietari fanno discussioni fastidiose sul valore della professionalità del medico veterinario, altre volte sai per certo che non gliene frega assolutamente niente del benessere della bestiola e non puoi dirgli nulla. e poi non sai mai se e quando si mangia e quando si va finalmente a casa!
tutto questo è duro, ma lo trovo realmente professionalizzante: impari a parlare con i clienti, a visitare un animale senza farti staccare una mano con un morso, a gestire una situazione di emergenza, a capire l'importanza dell'analgesia e quando serve e quando no... tante e tante altre cose che bisogna viverle per sapere di cosa si sta parlando. oltretutto, dopo cinque anni al DETO, la vita da libero professionista sembrerà una passeggiata!
purtroppo però, molta gente parla male del dipartimento, dice che non insegnano nulla e che sono tutti cattivi.
personalmente invece vedo in giro molta gente maleducata, che non fa altro che pretendere senza dare nulla in cambio.
ecco, l'internato per me è un do ut des: lo studente dà manodopera ed affidabilità e il docente restituisce un surplus di attività didattica. la didattica però non consiste nel far mettere le mani dentro a un cane: quella è una responsabilità civile, economica e a volte anche penale che non può essere affidata al primo venuto! la didattica è chiedere al professore di vedere insieme le radiografie e commentarle (ma se non sai nemmeno dove sta la rotula, è meglio prendere prima un libro) o parlare di un caso clinico e della sua diagnosi differenziale...
ma in che consistono la manodopera e l'affidabilità suddette?
la manodopera è fare tutto ciò che si è sicuramente in grado di fare: dall'accudire i cani a ricovero e al risveglio, al correre a prendere ciò che serve urgentemente, dal rifornire gli ambienti di tutto il materiale di uso comune, al preparare le sale operatorie, all'accogliere con la massima educazione i clienti e preparare le cartelle cliniche.
l'affidabilità è invece costituita da: garantire la presenza fissa nel proprio turno, firmare sempre le cartelle cliniche (serve per poter reperire chiunque ne sappia qualcosa sul caso in questione) e occuparsene da quando si prende in mano il foglio bianco fino a quando non vengono riposte nell'archivio, impegnarsi a imparare nel più breve tempo possibile le regole di asepsi e tutti i posti in cui sono conservati i ferri (con annesso il saperli riconoscere!) e gli oggetti di uso comune, assumersi la responsabilità degli animali che ci vengono affidati: se il cane caga mentre è sotto la nostra custodia, siamo noi che ne dobbiamo raccogliere la pupù. se lo fa mentre è col suo proprietario, ma in nostra presenza, siamo noi che dobbiamo dare subito della carta al proprietario perchè pulisca (mai fare gli sguatteri: se è col proprietario, pulisce il proprietario, nè più nè meno di quando è in strada o a casa sua. solo se abbiamo allontanato il proprietario, la responsabilità è nostra.) ancora di affidabilità dobbiamo parlare quando ci viene affidata una terapia che andrà fatta con precisione e metodo, affidabilità è anche quella di saper gestire un animale senza farsi menomare. infine è affidabilità anche una certa saggezza che si acquisisce col tempo e che insegna a parlare il meno possibile con i proprietari di tutto ciò che non è sotto la nostra responsabilità: diagnosi e scelte terapeutiche in primis.
tutte queste cose non si sanno certo dalla nascita, ma prima si imparano, poi si dimostra di saperle e poi si può valutare il servizio svolto e quantificarlo in pretese didattiche.
in altre parole, se non fai una *****(censurata) e vieni quando ti pare, non ti tocca niente. se invece lavori al punto che quando non ci sei la tua mancanza si sente, probabilmente saranno tutti ben felici di insegnarti qualcos'altro, visto che quello che impari lo metti in pratica dando una mano!

la_strega
Siate carini con me sono i miei primi messaggi...

Femminile Numero di messaggi : 11
Gratitudine : 6
Data d'iscrizione : 25.06.09
Umore : sereno-variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Latika il Mar Ott 13, 2009 3:50 pm

Bel post,io vorrei sapere l'esaperienza di chi fa l'internato di spezione,come Ruggero,grazie!
avatar
Latika
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 577
Gratitudine : 183
Data d'iscrizione : 10.04.09
Età : 29
Località : Bari
Umore : molto altalenante

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da AndreaPerrottaAdmin il Mar Ott 13, 2009 5:20 pm

Un post interessantissimo la_strega .... ma come si diventa internauti? e ci consigli di farlo dopo aver concluso quali esami? sinteticamente se puoi...

_________________
Veterinaria sul Forum
https://www.forumveterinariauniba.com
avatar
AndreaPerrottaAdmin
Admin
Admin

Maschile Numero di messaggi : 1597
Gratitudine : 437
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 29
Località : Valenzano
Umore : acqueo o vitreo?!

Vedi il profilo dell'utente http://forumveterinariauniba.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Mar Ott 13, 2009 5:27 pm

Grazie la strega i tuoi commenti sono tra i più interessanti del forum.
Ti riposto la domanda già fatta da admin ed attendo risposte.



ps una cosa non mi è chiara: da pischelletto pensavo che l'internato durasse 3-6 mesi , fosse un periodo pre laurea che si faceva nel secondo semestre del 5° anno.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da la_strega il Mar Ott 13, 2009 9:50 pm

rispondo ad entrambi:
partiamo dal presupposto che quando mi sono internata non credevo di metterci altri cinque anni a lurearmi! pensavo un paio di annetti al più, invece poi... nella vita non si sa mai!
in realtà burocraticamente è previsto che si faccia la domanda di tesi minimo un anno prima di chiedere la laurea. di conseguenza, quando fai la domanda di tesi, cominci a fare l'internato col professore a cui hai chiesto la tesi. almeno questo è quello che dissero a me all'epoca. ora sono cambiate tante cose, per cui potrebbe essere cambiato anche questo. ed ecco quindi come ci si interna in un dipartimento. in pratica, si va da un professore (sempre consigliabile rivolgersi per primo al direttore del dipartimento, poi se c'è un responsabile degli interni, sarà lui/lei a mandartici) e gli si dice che si vuol fare la tesi in quell'istituto. il resto te lo dicono loro. consiglio di iniziare l'internato dopo aver finito gli esami del terzo anno più o meno, poi dipende dal dipartimento.
oltre a questo, ci sono istituti dove l'internato è più impegnativo, soprattutto per gli orari, e dove lo è di meno. è una scelta che riguarda sia i propri interessi, sia il tempo che ci si vuole spendere: per me che voglio fare il clinico e il chirurgo, non cambiava niente fare la gavetta postlaurea o pre laurea, con la differenza che all'ospedale universitario arrivano spesso i casi più complicati, quelli che, se vai a fare pratica in un ambulatorio, non li vedi mai. e adesso che questi cinque anni sono passati, mi rendo conto che sono persino pochi per potersi dire medico veterinario vero, una volta usciti dall'università. però almeno so mettere un ago in vena!
il secondo semestre del quinto anno è un'altra cosa: è il modulo professionalizzante. è un periodo durante il quale sono previste delle lezioni ai banchi ed una parte di pratica, si sceglie in quale istituto farlo, ma fa parte proprio del piano di studi. l'internato è una cosa un po' diversa: ci sono dei turni settimanali e quando vai lì nel tuo turno ricevi degli incarichi giornalieri che vengono assegnati a seconda delle necessità del momento. si discute quando c'è tempo coi professori, ma fondamentalmente è il momento dell'apprendistato in cui "rubi il mestiere con gli occhi".
quasi tutti cominciano l'internato dopo il modulo (in genere si sceglie lo stesso dipartimento, sia per l'internato che per il modulo) perchè ovviamente hanno ricevuto delle lezioni che saranno utili per fare l'interno. io che sono psicopatica ero già interna da un anno e mezzo, ma non fate come me, che poi qua ci diventate vecchi come me!
ho provato ad essere sintetica, ma mi sa che non ci sono riuscita!

la_strega
Siate carini con me sono i miei primi messaggi...

Femminile Numero di messaggi : 11
Gratitudine : 6
Data d'iscrizione : 25.06.09
Umore : sereno-variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da AndreaPerrottaAdmin il Mar Ott 13, 2009 11:54 pm

la_strega ha scritto: ho provato ad essere sintetica, ma mi sa che non ci sono riuscita!


Grazie lo stesso, quindi se ho capito bene consigli di farlo dopo aver concluso gli esami del terzo anno! Ti ringrazio.....

_________________
Veterinaria sul Forum
https://www.forumveterinariauniba.com
avatar
AndreaPerrottaAdmin
Admin
Admin

Maschile Numero di messaggi : 1597
Gratitudine : 437
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 29
Località : Valenzano
Umore : acqueo o vitreo?!

Vedi il profilo dell'utente http://forumveterinariauniba.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da brutaljohn il Mer Ott 14, 2009 1:05 am

wow che post esaustivo...sono queste le esperienze che mi piacerebbe sentire da tutti...mi emoziono a sentire ste cose perchè mi fanno capire che ci potrebbe essere un senso concreto dietro tutti i libri che sto studiando..
avatar
brutaljohn
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Maschile Numero di messaggi : 421
Gratitudine : 136
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 28
Località : rutigliano
Umore : molto molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Mer Ott 14, 2009 8:39 am

straquoto massivamente la strega e brutal....

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da ioachim michele il Mer Ott 14, 2009 12:15 pm

ma la strega se uno vuole occuparsi di animali non convenzionali o come detto da tutti "esotici" con chi dovrei internarmi??
avatar
ioachim michele
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 891
Gratitudine : 389
Data d'iscrizione : 07.04.09
Umore : studiare studiare studiare!!!!

Vedi il profilo dell'utente http://mondodeirettili.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Ruggero il Mer Ott 14, 2009 4:09 pm

BRAVA LA STREGA!!!
Finalmente qualcuno che ha capito come funziona la Facoltà! Specialmente quando parli di alcuni maleducati che pretendono di imparare senza dare nulla in cambio... brava, parole sante!

LATIKA: la mia esperienza in ispezione dura da tre anni e a Luglio spero che si concluderà con la Tesi. Posso confermare quanto detto da La Strega, ovvero è un do ut des, cioè devi fare tanta gavetta per far capire ai prof che hai preso davvero a cuore quel campo e passi ore interminabili in laboratorio, ma se c'è da fare una ricerca particolarmente interessante o delle uscite in campo... l'impegno dimostrato sarà premiato!
Ovviamente non ci sono animali da soccorrere nè propietari con cui interagire, ma tanti batteri da isolare, identificare tramite svariati protocolli di PCR, alcuni dei quali sono stati progettati proprio nel nostro dipartimento! Non avrai le "emozioni" tipiche dell'ambulatorio, ma anche vedere che il risultato di una ricerca è quello che speravi da le sue belle soddisfazioni.
E poi un domani è quello che io vorrei fare, ma appena laureato non disdegnerei NESSUN lavoro che abbia a che fare con qualsiasi campo medico veterinario... ammesso di essere in grado di svolgerlo.

A presto
avatar
Ruggero
Ricercatore
Ricercatore

Numero di messaggi : 139
Gratitudine : 157
Data d'iscrizione : 07.04.09
Età : 34

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Mer Ott 14, 2009 5:33 pm

Complimenti Ruggero è bello leggere parole di ragazzi interessanti, e non di pretenziosi nullafacenti.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Latika il Mer Ott 14, 2009 7:58 pm

Ruggero beato te.. spero di essere al tuo punto tra qualche anno! E' anche quello che vorrei afre io!!
avatar
Latika
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Femminile Numero di messaggi : 577
Gratitudine : 183
Data d'iscrizione : 10.04.09
Età : 29
Località : Bari
Umore : molto altalenante

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da brutaljohn il Gio Ott 15, 2009 12:03 am

non credo di essere off topic.. con il tuo internato ,Ruggero, praticamente "da grande" che fai??
avatar
brutaljohn
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Maschile Numero di messaggi : 421
Gratitudine : 136
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 28
Località : rutigliano
Umore : molto molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Ruggero il Gio Ott 15, 2009 3:03 pm

Grazie Pointofview!

Latika: non disperare, la strada sembra lunga ma una volta che inizi a parlare di tesi e progetti post Laurea... ti rendi conto che gli anni universitari (i più belli della mia vita per quanto mi riguarda), sono volati via in un lampo!!! Quindi studia, impegnati e soprattutto goditi il viaggio senza preoccuparti troppo della meta!

Brutaljohn: Il medico veterinario lavora anche nelle aree A, B o C delle ASL (guarda questo link così capirai meglio: http://www.asl1.av.it/servizi/servizi_dettagli.asp?id_distretto=5&id_uo=319 ), puoi lavorare presso macelli privati perle visite ante mortem e post-mortem, per garantire la salubrità degli alimenti, puoi fare l'HACCP che è un manuale di autocontrollo per chi lavora come operatore del settore alimentare, ecc...

Come vedi il medico veterinario non si occupa solo di animali "vivi", ma anche del loro trasporto, del loro benessere e della salute pubblica!

Personalmente vorrei tanto lavorare nel settore dell'ispezione degli alimenti (Area B), ma la vedo durissima...
avatar
Ruggero
Ricercatore
Ricercatore

Numero di messaggi : 139
Gratitudine : 157
Data d'iscrizione : 07.04.09
Età : 34

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Gio Ott 15, 2009 6:37 pm

io non ho mai capito una cosa se volessi essere prettamente un chirurgo veterinario dovrei andare ad una scuola di specializzazione di chirurgia veterinaria?

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da brutaljohn il Gio Ott 15, 2009 8:16 pm

credo basti fare l'internato in clinica chirurgica con relativo modulo professionalizzante....
avatar
brutaljohn
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Maschile Numero di messaggi : 421
Gratitudine : 136
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 28
Località : rutigliano
Umore : molto molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Ven Ott 16, 2009 12:24 pm

e la scuola di specializzazione di chirurgia veterinaria a Parma che ci sta a fare?
mi sembra un'assurdità fare il chirurgo con un modulo professionalizzante, il veterinario de mio gatto non si è specializzato , fa solo sterilizzazioni e qualche altra piccola cosetta.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da brutaljohn il Ven Ott 16, 2009 12:49 pm

allora non so proprio che dirti...... magari aspettiamo chi ne sa qualcosa...a
avatar
brutaljohn
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Maschile Numero di messaggi : 421
Gratitudine : 136
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 28
Località : rutigliano
Umore : molto molto variabile

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Ven Ott 16, 2009 1:27 pm

sono andato sul sito dell'università di Parma e la scuola di specializzazione non c'è, anche se su di un sito , se non erro di repubblica , avevo letto una sorta di lista di scuole di specializzazioni dove includeva chirurgia veterinaria nella sede di Parma.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Ruggero il Ven Ott 16, 2009 4:05 pm

Rispondo a Point. e Brutal.

Esistono scuole di specializzazione e master in tutti gli ambiti di interesse medico veterinario.
Per fare una sterilizzazione o una castrazione è sufficiente la laurea!!!
Però la pratica chirurgica non si limita a castrare i gatti... per eseguire interventi di un certo tipo (asportazione tumori, chirurgia endoscopica, nuove tecniche di chirurgia, chirurgia dell'arto del cavallo, ecc...) è ovvio che non basta superare l'esame di clinica chirurgica, ma serve sapere qualcosa in più e serve anche tanta e tanta pratica (che farete DOPO la Laurea, scordatevi di prendere il "pezzo di carta" e di poter avviare un ambulatorio come se avesse tutte le conoscienze adatta a mandarlo avanti!)

Se tu volessi diventare chirurgo ti consiglierei di seguire il modulo di chirurgia (lo scorso c'era sia un modulo di chirurgia per i piccoli che per i grossi animali), chiedere di internarti lì, fare una tesi in quel dipartimento, laurearti e poi... SI VEDRà!
Magari inizierai a lavorare e facendo pratica acquisirai un sacco di competenze in merito, oppure col tempo si presenterà l'opportunità di partecipare a master o specializzazioni, oppure affiancando un chirurgo "navigato" e aggiornato potrai imparare moltissimo e poi opererai da solo... chissà!

A prescindere da tutto, sono convinto, che ogni nostro sforzo prima o poi, sarà premiato!
avatar
Ruggero
Ricercatore
Ricercatore

Numero di messaggi : 139
Gratitudine : 157
Data d'iscrizione : 07.04.09
Età : 34

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da pointofview il Ven Ott 16, 2009 6:30 pm

Ti ringrazio moltissimo Ruggero, per le delucidazioni e per la conoscenza che metti a disposizione.

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: il vero significato dell'internato

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum