FORUM MEDICINA VETERINARIA UNIBA
Ciao, bentrovato/a sul forum degli studenti di medicina veterinaria di Bari!!!


Se non sei ancora registrato fallo adesso: SCEGLI NOME E PASSWORD, TI ARRIVERA' UN' e-mail all'indirizzo che hai scelto, conferma la registrazione tramite il link e subito potrai iniziare a navigare ed usufruire pienamente del forum.

BUON PROSEGUIMENTO E SOPRATTUTTO BUONO STUDIO!

Bozza Nuovo Regolamento Tesi di Laurea

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

141009

Messaggio 

Bozza Nuovo Regolamento Tesi di Laurea




Questa è solo una bozza del nuovo Regolamento per la Tesi, abbiamo già diverse modifiche da proporre, come ad esempio l'abolizione delle griglie di valutazione...

Vorrei sapere da voi cosa ne pensate e se avete proposte per migliorare ed eventualmente integrare questa bozza di regolamento.


REGOLAMENTO TESI DI LAUREA
1.
Il candidato sostiene l’esame di laurea dinanzi alla “commissione di area” definita al punto 3 del presente regolamento. Nel corso dell’esame di laurea il candidato esporrà criticamente il lavoro di tesi e risponderà alle domande dei componenti della commissione. L’esame di laurea sarà seguito dalla proclamazione ufficiale che si svolgerà nei mesi di aprile e ottobre di ogni anno, come specificato al punto 7.

2.
La commissione dell’esame di laurea è composta da tre docenti appartenenti all’area, come individuata nell’art 3, al cui ambito appartiene il docente relatore della tesi di laurea del candidato. La commissione, presieduta dal Presidente del Corso di Laurea o da un suo delegato, è nominata dal Consiglio di Facoltà su proposta del Preside e resta in carica per 2 anni.

3.
Le aree sono suddivise come segue:
A) area clinica (clinica medica, chirurgica, ostetrica, farmacologia);
B) area sanità animale e sicurezza alimentare (malattie infettive, malattie parassitarie, anatomia patologica, ispezione degli alimenti);
C) scienze di base e produzioni animali (anatomia, fisiologia, biochimica, zootecnia, alimentazione ed economia).

4.
Il Preside o il Presidente del Corso di laurea può integrare ciascuna commissione di area con un componente, anche non di area, competente sull’argomento di tesi.

5.
La commissione, al termine dell’esame di laurea, attribuisce un punteggio massimo di 10 punti che si somma al punteggio del curriculum come di seguito riportato:
Massimo 6 punti per una media fino a 85;
Massimo 8 punti per una media tra 86-99;
Massimo 10 punti per una media pari o superiore a 100.
Per ogni tre votazioni degli esami di profitto “con lode” al punteggio del curriculum sarà attribuito un punto aggiuntivo.

6.
La lode può essere assegnata solo nel caso in cui la somma del voto del curriculum e del voto di laurea sia superiore a 110, a condizione che vi sia l’unanimità tra tutti i componenti della commissione di area.

7.
Gli esami di laurea si svolgeranno nei mesi di febbraio, giugno, settembre e dicembre di ciascun anno accademico, la proclamazione ufficiale che si svolgerà nel mese di aprile e novembre di ogni anno.

8.
Il punteggio complessivo potrà essere elevato di 2 punti:
- per gli studenti che sostengano l’esame di laurea entro il periodo di durata del corso di laurea (5 o 3 anni);
- per gli studenti che abbiano pubblicato (o il lavoro sia in corso di stampa) i risultati i della tesi su riviste internazionali con referee e IF e che risultino tra i coautori. In quest’ultimo caso il lavoro sarà allegato in appendice alla tesi di laurea.

9.
La proclamazione dei laureati avviene in due sessioni annuali (cerimonia di laurea), in aprile e in ottobre, alla presenza dell’intero corpo docente della Facoltà. Nel corso della cerimonia di laurea il laureando espone brevemente l’abstract della tesi e viene dichiarato il voto di laurea.

10.
Tre copie della tesi (bozze definitive) non rilegate, per i componenti di area, devono essere consegnate in segreteria, tassativamente non oltre la fine del mese precedente le sedute di esame di laurea. Una copia definitiva della tesi, eventualmente corretta a seguito delle considerazioni emerse nel corso dell’esame di laurea, sarà consegnata non oltre dieci giorni dall’esame di laurea.

11.
Le tesi di laurea possono essere sperimentali o compilative. La richiesta di tesi sperimentale deve essere effettuata dallo studente almeno due anni (un anno per le lauree triennali) prima della data presunta di laurea.

12.
Le tesi sperimentale e compilativa devono essere redatte come riportato nell’allegato 1.


Allegato 1

La tesi sperimentale deve essere redatta secondo il seguente schema: abstract, introduzione, materiali e metodi, risultati, discussione, conclusioni, bibliografia, tabelle, figure. La tesi compilativa potrà essere redatta in modo diverso con la finalità di fornire un quadro aggiornato ed esaustivo della letteratura recente (degli ultimi 10 anni) sull’argomento. Eventuali ringraziamenti o dediche devono essere preliminarmente approvati dalla commissione di esame e limitati a massimo tre righe.

Frontespizio

Blue per l’area clinica;
Rosso per l’area sanità animale e sicurezza alimentare;
Verde per l’area scienze di base e produzioni animali.

Abstract

La tesi deve contenere un abstract in italiano e inglese, di non più di 300 parole ciascuno, prima dell’introduzione, e 6 key words. Abstract e key words saranno pubblicate sul sito di Facoltà contestualmente ad altre informazioni (titolo, relatore, dipartimento) in modo da consentire la divulgazione ad enti esterni.

Bibliografia

La bibliografia, sia per la tesi sperimentale che per quella compilativa, deve essere preparata secondo le indicazioni di seguito riportate:

Riviste internazionali

Lanusse, C.E., Prichard, R.K., 1993. Relationship between pharmacological properties and clinical efficacy of ruminant anthelmintics. Vet. Parasitol. 49, 123–158.

Simposi e numeri speciali:

Weatherley, A.J., Hong, C., Harris, T.J., Smith, D.G., Hammet, N.C., 1993. Persistent efficacy of doramectin against experimental nematode infections in calves. In: Vercruysse, J. (Ed.), Doramectin – a novel avermectin. Vet. Parasitol. 49, 45–50.

Libri

Blaha, T. (Ed.), 1989. Applied Veterinary Epidemiology. Elsevier, Amsterdam, 344 pp.

Libri con più di un autore

Wilson, M.B., Nakane, P.K., 1978. Recent developments in the periodate method of conjugating horseradish peroxidase (HRPO) to antibodies. In: Knapp, W., Holubar, K., Wick, G. (Eds.), Immunofluorescence and Related Staining Techniques. North Holland, Amsterdam, pp. 215–224.

Articoli online ma senza volume e numero di pagine citare il codice Digital Object identifier (DOI).


Ultima modifica di ioachim michele il Gio Ott 15, 2009 1:31 am, modificato 2 volte (Motivazione : ho ordinato un po le cose!!)
avatar
Ruggero
Ricercatore
Ricercatore

Numero di messaggi : 139
Gratitudine : 157
Data d'iscrizione : 07.04.09
Età : 34

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Bozza Nuovo Regolamento Tesi di Laurea :: Commenti

avatar

Messaggio il Mer Ott 14, 2009 11:48 pm Da brutaljohn

qualcuno potrebbe far capire a me che navigo completamente nel buio come funziona tutto l'iter per arrivare a laurearsi?? intendo il voto di laurea da cosa è dato..secondo le esperienze personali che media bisogna avere per puntare ad un voto dal 100 in su??

insomma fate capire qualcosa anche a chi la laurea la vede col cannocchiale per adesso, please??

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 15, 2009 1:40 am Da ioachim michele

brutal questa di ruggero è solo una bozza di regolamento di la tua che ne pensi a te andrebbe bene cosi o vuoi che ci sia un cambiamento!!!!

a me personalmente sembra buono come regolamento solo due tre punti non capisco, per esempio il punto 4 e poi dovrei richiedere la tesi due anni prima di laurearmi, e se non lo faccio che succede?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 15, 2009 2:40 pm Da Ruggero

BRUTAL:
Il voto finale è dato dalla media, diviso 3, moltiplicato per 11... Quindi, se hai la media del 18 il tuo voto di partenza è

18: 3= 6 X 11= 66 e questo è il voto di partenza, a cui devono essere aggiunti i punti della tesi che allo stato attuale sono decisi dalle griglie di valutazione (vedi il punto 5 del regolamento...)

Per puntare ad un voto dal 100 in su, caro Brutaljohn, dovresti partire con una buona media, ad esempio 26:
26 : 3= 8.6 x 11= 95
e col 95 rientri nella griglia in cui possono venirti attribuiti max 8 punti se fai un'ottima tesi... 95 + 8 = 103!
Poi se ti laurei in 5 anni avrai un punto in più, ogni 3 trenta e lode sul libretto, avrai un punto in più...


-----------------------------------------------------------------

Michele:
il punto 4 ci riguarda poco, parla di come deve essere composta la commissione esaminatrice... il Regolamento Didattico d'Ateneo impone che la Commissione esaminatrice sia composta da almeno 7 membri. Credo che questo punto sarà rivisto, ma ci riguarda poco...

DUE ANNI PRIMA: anche questo è un punto sul quale ci opporremo. Per fare una tesi Sperimentale occorre del tempo, ma secondo noi sarebbe sufficiente internarsi ed iniziare a lavorare per la tesi UN ANNO prima almeno. Poi, se alcuni Docenti lo ritengono opportuno, possono richiedere che un loro interno inizi il lavoro per la tesi anche due o tre anni prima (ti porto il mio esempio: il Prof Normanno, quando gli chiesi di internarmi da lui, pretese che iniziassi almeno 2 anni prima della tesi! Anche in Farmacologia richiedono almeno 2 se non 3 anni di anticipo!!!)
Ma imporre che tutti debbano internarsi almeno 2 anni prima, mi sembra eccessivo!

A presto

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 15, 2009 6:35 pm Da pointofview

Ruggero ma non bisognerebbe fare la media ponderata e non quella artimetica?
se no così un 30 in statistica varrebbe più di un 28 in anatomia patologica ad esempio...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 15, 2009 7:40 pm Da AndreaPerrottaAdmin

pointofview ha scritto:Ruggero ma non bisognerebbe fare la media ponderata e non quella artimetica?

ottima domanda.... Ruggero ci sai rispondere?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 15, 2009 8:09 pm Da brutaljohn

comincio a capire...tuttavia non posso dire la mia se non so come stanno le cose attualmente....

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 12:11 pm Da pointofview

brutal penso proprio che ce ne vorrà un bel po' prima che arrivi il nostro turno, anche se concordo sull'avere una qualche idea di base per non partire proprio dall'abaco.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 1:00 pm Da brutaljohn

ma infatti....cioè se per esempio qui mi dicevano che il voto degli esami non c'entra nulla con il voto di laurea, non avrei mai + studiato..mi bastava seguire le lezioni da qui alla fine del 5° anno... conoscendo il nemico lo si combatte meglio..ahaha

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 1:20 pm Da pointofview

ahhaha purtroppo penso anche che la media non sia quella proposta da Ruggero ma si fa la media ponderata ossia il voto dell'esame deve avere una valenza relativa al peso in cfu.
Sarebbe altrimenti,stranissimo il contrario.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 4:10 pm Da Ruggero

Si, si!
Quando parlo di media, intendo la media PONDERATA, certo!
Perchè così si considera anche il "peso" in CFU di ogni esame!!!

Volete anche sapere cos'è e come si calcola la media ponderata...?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 6:27 pm Da pointofview

credo che si calcoli moltiplicando il voto per il numero di crediti , addizionare tutti i risultati degli esami in questo modo e dividere per il numero complessivo di cfu.

es.
voto 28 cfu 11
voto 20 cfu 3

(28X11)+(20X3)/14=26,2

se adesso vogliamo vedere il corrispettivo grezzo per il voto di laurea(in 110) basterà impostare una semplice proporzione:

26,2:30=x:110
x=26,2X11/3=96


penso che si calcoli così correggimi Ruggero se le procedure sono errate.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 8:11 pm Da Mike

A me sinceramente questa proposta nn va molto giù xkè nn mi piace il fatto di tenere la proclamazione 2 mesi dopo la discussione,in questo modo si ridurrebbe tutta la cosidetta discussione con i parenti ad una farsa.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 16, 2009 8:15 pm Da brutaljohn

sta cosa infatti non ho capito a cosa serva...credo che adesso si faccia discussione e aa seguito programmazione...avete riscontrato qualche problema con questo modo di fare??

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Sab Ott 17, 2009 12:25 pm Da akira

Credo debba essere rivisto il punto 5.
In base alla griglia vengono assegnati max 8 punti per una media tra 86-99.In questo modo sia a chi ha una media di 23,4 ,sia a chi di 27 verrebbe applicata la stessa fascia di valutazione.
Ciò sarebbe del tutto imparziale perchè da 23,4 a 27 è tanta la differenza!

Quindi consiglierei di ridurre il divario tra i voti introducendo una 4° fascia in modo da comprendere voti :
- bassi
- medio-bassi
- medio-alti
- alti

Solo in queso modo si avrebbe un'applicazione più equa e giusta della griglia dandole un senso pratico e fondato.

Pensateci su...e fatemi sapere!

Saluti a tutti,isabella

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 17, 2009 2:49 pm Da Ruggero

Ciao Isabella,
il mio oniettivo sarebbe proprio l'ELIMINAZIONE DELLE GRIGLIE di valutazione... ovvero, al voto di partenza calcolato con la media ponderata (complimenti a pointofview ) si aggiungono max 10 punti per una tesi sperimentale e max 6 punti per una tesi compilativa, a prescindere dalla media!

Perchè uno studente con una media bassa ma con una tesi spettacolare, deve prendere lo stesso voto (ad esempio 3 punti) di uno studente con la media alta ma con una tesi molto scadente???
è demotivante per chi parte con una media bassa: perchè impegnarsi per avere un voto che comunque sarebbe basso?
Ad esempio, uno studente che parte con un voto di 80... perchè deve sbattersi per 2 anni se non di più, per fare una tesi brillante ed avere alla fine MAX 3 PUNTI IN PIU'? Tanto vale fare una tesi scadente...
Se invece, potesse ricevere fino a 10 punti in più per la syua tesi, potrebbe ambire ad arrivare a 90 e quindi farebbe di tutto per elaborare una tesi degna di tale nome!

Cara Isabella,
se non dovessimo riuscire ad abolire le griglie, come io e molti altri vorremmo, avanzerò comunque la tua proposta per una distribuzione più "equa" del punteggio (uso le virgolette perchè non credo si possa parlare di equità davanti alle griglie!)

Mi fa piacere vedere interesse da parte vostra!
Vi ringrazio

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 17, 2009 3:40 pm Da Ruggero

MIKE..... allegria!!! (no, scherzo! )

La questione che ci segnalavi tu in merito alla proclamazione, è molto semplice:
fino ad oggi l'esame di laurea si svolgeva in Aula Magna davanti ai parenti e agli amici, poi la Commissione si riuniva per decidere il voto in base all'abstract (il riassunto) della tesi, e alla fine c'è la proclamazione con il voto, gli applausi, ecc...

Ma dobbiamo essere obiettivi. Davanti ad un vero e proprio esame di laurea, il 90% delle volte, non veniva fatta neanche una domanda e per di più non veniva esposta tutta la tesi ma solo l'abstract. Se di farsa vogliamo parlare, allora, dovremmo riferirci all'"esame" di laurea così com'è/era!

Inoltre, davanti ad una tesi scadente, porre delle domande più che LECITE ad un laureando impreparato... metterebbe in difficoltà il candidato, il Docente Relatore, la Facoltà tutta, i parenti non sarebbero proprio felici e il Controrelatore che porrebbe le domande passerebbe per "il cattivo" della situazione! Non è una bella situazione

Se invece uno studente ha lavorato come si deve per fare la sua tesi, si presuppone che la conoscerà meglio di chiunque altro... quindi sarà certamente in grado di affrontare una discussione con i docenti della commissione, i quali assegneranno un voto e proclameranno lo studente laureato DOPO UNA SETTIMANA (non un mese...faremo anche questa proposta)
Lo studente avrà già avuto il suo voto, non avrà l'ansia di esser giudicato e potrà godersi il suo momento di gloria... senza brutte sorprese e senza domande dei Docenti! Non sarà una farsa, bensì una festa

Cosa ne dite?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Sab Ott 17, 2009 9:18 pm Da brutaljohn

meglio...si eviterebbe una figura di *****(censurata) dfavanti ai parenti in caso di domande bastarde dei docenti..ahahaha

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Dom Ott 18, 2009 1:27 pm Da Mike

mah,cque su queste proposte rimango ancora un pò perplesso,ma abbolire le griglie nn significa annullare tutto quello che si è fatto negli anni?Cosi basterebbe fare una tesi buona alla fine x avere un buon voto di laurea.Mi sembra ingiusto x la gente che ha faticato x prendere una media alta.Io sinceramente vado anche contro i miei interessi,ma nn mi sembra giusto abolire le griglie.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 18, 2009 4:10 pm Da brutaljohn

secondo me non andrebbero abolite ma non andrebbero prese troppo in considerazione specie se si pansa al fatto che molto spessi i criteri con cui veniamo valutati non sono propriamente oggettivi...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 18, 2009 7:15 pm Da pointofview

io la penso come Ruggero sulla discussione della tesi: se ho preparato una tesi per quasi 12 mesi mi sembra giusto discuterla con adeguatezza.
Per quanto riguarda le griglie non solo sono contrario all'eliminazione, ma sono anche favorevole ad una miglior distribuzione dei punteggi come fatto notare da Isabella , ossia stesso range di punteggio per chi ha una votazione compresa tra il 23 ed il 27.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 19, 2009 2:40 pm Da Ruggero

MIKE:
Abolire le griglie non vuol dire non consiferare il lavoro e l'impegno dello studente negli anni precedenti la Tesi di Laurea. Perchè il VOTO DI PARTENZA resta, ed è comunque in relazione alla media ponderata dei voti!!!

Ad esempio se uno ha una media di 26:
26 : 3= 8.6 x 11= 95

partirebbe con 95 e a questo punteggio possono essere aggiunti (secondo le griglie) max 8 punti. Io invece vorrei che le tesi venissero valutate a prescindere dalle griglie, quindi se uno studente, con la media del 26, avrebbe comunque un voto di partenza di 95 ma a questi possono essere aggiunti ben 10 punti e non max 8!!!
Lo stesso dicasi per chi ha una media più alta o più bassa. Avrebbe sempre un voto di partenza a cui, però, verrebbero aggiunti max 10 punti per la tesi! N

E come se andassimo a sostenere un esame ed il voto che ci verrà assegnato a quell'esame tenesse conto della nostra media... Non ha senso! Ogni studente deve essere valuta con dei voti che vanno da 18 a 30. E lo stesso dicasi per tesi, tanto a tenere in considerazione l'intero curriculum universitario, ci pensa il voto di partenza!

-----------------------------------------------------------------------

BRUTAL:
Noi non possiamo permetterci di dire che gli esami si risolvono con una valutazione non oggettiva... al massimo possiamo dire che i voti che assegnano i Docenti scaturiscono da alcune valutazioni che sono umane e personali, pertanto POSSONO essere soggetti ad errore...

E se, come dici tu, le griglie non devono esser prese in considerazione, cosa suggerisci per decidere un voto di laurea giusto ed oggettivo?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 25, 2009 8:12 pm Da Ruggero

Vi anticipo che il regolamento è stato rivisto... Sono state avanzate mille proposte per modificarlo, alcune delle quali sono nettamente in contrasto tra loro, per farvi un esempio:
c'è chi parla di togliere le griglie, c'è chi chiede di lasciarle ma rivedendo la ripartizione del punteggio...

Non c'è, al momento, nessuna certezza su quello che sarà il Regolamento Esame (e non Tesi) di Laurea. Dovrebbe giungermi a breve, via mail, una nuova bozza stilata in base ai suggerimenti pervenuti e che discuteremo in Consiglio l'11 Novembre, se volete appena la ricevo la pubblicherò nuovamente così la discutiamo di nuovo... sperando di giungere in Consiglio a delle certezze che mettano d'accordo tutti!

Prima che me lo chiediate, non ho idea di quando entrerà in vigore il nuovo regolamento. Anche questo sarà discusso in Consiglio (prevedo un incontro concitato per l'11 Novembre )

A presto!

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Ott 25, 2009 9:38 pm Da pointofview

Si Ruggero le tue parole fanno molto democrazia Very Happy complimenti...

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer Ott 28, 2009 3:48 pm Da francesca tornese

Credo che la proclamazione dovrebbe avvenire max 1 mese dopo ogni data d'esame perchè così si fa solo perdere altro INUTILE tempo tra l'esame e la proclamazione.... ad es. chi sostiene l'esame a giugno deve aspettare la proclamazione a novembre = 5 mesi durante i quali cosa fa?? non è più studente nè dottore...quindi non può partecipare a concorsi, iniziare a lavorare ecc... Non mi sembra una cosa razionale soprattutto in un periodo come questo!!!

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum