FORUM MEDICINA VETERINARIA UNIBA
Ciao, bentrovato/a sul forum degli studenti di medicina veterinaria di Bari!!!


Se non sei ancora registrato fallo adesso: SCEGLI NOME E PASSWORD, TI ARRIVERA' UN' e-mail all'indirizzo che hai scelto, conferma la registrazione tramite il link e subito potrai iniziare a navigare ed usufruire pienamente del forum.

BUON PROSEGUIMENTO E SOPRATTUTTO BUONO STUDIO!

La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Andare in basso

La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da AndreaPerrottaAdmin il Ven Feb 05, 2010 12:50 am

A: parlamento



PETIZIONE POPOLARE PER IL LIBERO USO DEL FARMACO

NEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE



Dall’agosto 2009 i medici veterinari sono tenuti a seguire rigidamente la normativa
europea, prevista dal D.Lgs 193/2006, che disciplina, tra l’altro, la prescrizione di
farmaci per uso umano nei confronti degli animali da compagnia.
Il decreto prevede che il medico veterinario prescriva o utilizzi obbligatoriamente ed
esclusivamente farmaci registrati per una determinata patologia e per quella
determinata specie animale. In via del tutto eccezionale, e solo per lenire eventuali
sofferenze, si prevede la possibilità di usare farmaci registrati per altre specie
animali o per uso umano. In tali casi la ricetta del medico veterinario può essere
utilizzata una sola volta, perché il farmacista è obbligato a ritirarla.

Questo vincolo a utilizzare solo i farmaci registrati per una certa malattia e per una
certa specie, impedisce di fatto lo svolgimento della funzione di medico in quanto
vieta la scelta, in base a scienza e coscienza, del migliore farmaco impiegabile per
ogni singolo caso esaminato, rendendo monca la reale possibilità di cura.
In base a tale normativa quindi, nel caso esista un solo farmaco registrato per uso
veterinario per una data patologia, il medico veterinario è impossibilitato a utilizzare
altri farmaci registrati solo per l’uso umano sempre indicati per la stessa malattia,
ma composti con molecole diverse, che potrebbero di caso in caso essere molto più
utili e spesso fare la differenza tra guarigione e morte del paziente.

Questa norma impedisce dunque al medico veterinario di effettuare le corrette
scelte terapeutiche, impedendogli di esercitare la corretta funzione medica per cui è
stato abilitato dallo stato italiano, negandogli la possibilità di accedere a tutti i
farmaci esistenti sul mercato, ma limitandolo a quei pochi che ad oggi sono
registrati per uso veterinario.Tale norma è ancora più iniqua se solo si pensa che si
tratta di animali d’affezione che mai entreranno nel circuito della filiera alimentare,
rendendo inesistente l’ipotetico problema dei residui nelle carni edibili.

Nel caso esista un farmaco veterinario “adattabile” a una certa malattia, in quanto
registrato per una serie di patologie “similari” ( ma lungi da quella che si ha in
esame), il medico veterinario non può nemmeno ricorrere in via eccezionale alla
ricettazione in deroga, e nel caso lo facesse, è passibile di pesanti sanzioni(come
già accaduto ad alcuni colleghi), semplicemente per aver cercato di svolgere la
propria funzione medica.

A peggiorare la situazione vi è il fatto che la farmacopea veterinaria è ancora
estremamente limitata rispetto a quella umana e quindi l’impossiblità di ricorrere al
farmaco migliore per la terapia di quell’animale d’affezione costituisce un grave
danno alla sua salute, e di riflesso a quella umana in quanto un animale curato
male è un potenziale pericolo per le rare ma possibili malattie che può trasmettere
ad adulti e bambini.

Infine, a parità di dosaggio di una certa molecola, il farmaco per uso veterinario ha,
di norma, un costo decisamente superiore rispeto all’identico principio attivo
umano, mentre esistono purtroppo pochissimi “generici” per uso veterinario. Questo
si riflette sulle finanze dei proprietari di animali i quali, già sottoposti alla tassazione
dell’IVA al 20% applicata alle prestazioni veterinarie (paragonate ai beni di lusso),
si trovano a dover sborsare a volte cifre esorbitanti rispetto al loro valore
intrinseco.
Considerato che:

•Il Medico Veterinario IN base all’articolo 7 del codice deontologico
non deve mai rinunziare alla sua libertà ed indipendenza professionale; deve
ispirarsi sempre alle conoscenze scientifiche ed alla propria coscienza;
•LA legge prevede il reato di comparaggio per la prescrizione di un farmaco
atta a creare un profitto ingiustificato
•Il cittadino ha diritto, in base al libero mercato di procurarsi un bene al minor
prezzo passibile, qualora sussistano pari caratteristiche.
•Il ministero della salute da tempo invita, in campo umano, alla prescrizione e
all’utilizzo di farmaci “generici”, al fine di diminuire i costi sia per la sanità che
per il singolo cittadino.

Chiediamo:

che ci si attivi a livello della utorità competenti per modificare la norma legislativa
tenendo in considerazione che la valutazione medica di un farmaco dipende non
solo dal principio attivo, ma anche dagli eccipienti e dalla via di somministrazione. Il
Medico Veterinario dunque deve poter scegliere il miglior farmaco da utilizzare in
base a tutte tre le caratteristiche suddette, per quella data malattia di quel dato
animale che è obbligato eticamente a curare.

Che ci si attivi a livello delle autorità competenti nel tenere conto che non esiste
una “mutuabilità” del farmaco veterinario e che, troppo spesso, il dislivello nei costi,
rispetto all’analogo umano, è incomprensibile oltre che insostenibile per chi vuol
prendersi adeguata cura dei propri pet.
Firma cliccando qui!

_________________
Veterinaria sul Forum
https://www.forumveterinariauniba.com
avatar
AndreaPerrottaAdmin
Admin
Admin

Maschio Numero di messaggi : 1598
Gratitudine : 437
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 30
Località : Valenzano
Umore : acqueo o vitreo?!

Visualizza il profilo http://forumveterinariauniba.com

Torna in alto Andare in basso

Re: La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da pointofview il Ven Feb 05, 2010 9:22 am

bisognerebbe avvisare chi ha scritto la petizione di correggere i refusi grammaticali...

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschio Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da grace87 il Ven Feb 05, 2010 10:44 am

puhahahaha dovevi partecipare alla causa non correggere il compito di grammatica!!
avatar
grace87
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson

Maschio Numero di messaggi : 315
Gratitudine : 23
Data d'iscrizione : 03.07.09
Età : 38
Località : bari
Umore : nero :(

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da gianluca carrozzo il Ven Feb 05, 2010 11:34 am

i problemi sono molteplici:
1) l'uso del farmaco destinato all'uomo da usare come terapia per l'animale non sempre è consigliabile in quanto le concentrazioni di principio attivo cambiano e cambiano anche farmacocinetica e farmacodinamica del farmaco negli animali rispetto all'uomo.
2) la poca richiesta sul mercato di taluni principi attivi che non giustifica quindi la spesa delle sperimentazioni di determinati principi attivi sugli animali.
purtroppo le case farmaceutiche non spendono e non possono spendere milioni di euro per sperimentare farmaci che poi non danno un rientro economico adeguato.
è la legge del mercato
avatar
gianluca carrozzo
Ricercatore
Ricercatore

Maschio Numero di messaggi : 149
Gratitudine : 42
Data d'iscrizione : 29.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da pointofview il Ven Feb 05, 2010 10:27 pm

grace87 una petizione con refusi grammaticali fa partire già scoraggiato chi la legge e dovrà decidere in merito,perde di credibilità Very Happy

_________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
avatar
pointofview
Moderatore
Moderatore

Maschio Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La legge impedisce ai Veterinari di curare gli animali - Petizione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum